Guardami!

1 Comment

don Michele Lugli – Alcuni testi del presepe vivente 2018  → 

San Francesco d’Assisi non inventò il presepe per fare uno spettacolo teatrale ma per contemplare il mistero dell’incarnazione di Dio… si tratta quindi di una sacra rappresentazione che ci aiuta ad entrare in una famigliarità con il Signore più grande…  un’icona da contemplare in silenzio e in preghiera perché fa da ponte tra noi e il mistero… ci introduce in un cammino dello sguardo!

“Dov’è l’amico che il mio cuore ansioso / ricerca ovunque senza avere mai riposo? / Finito il dì ancor non l’ho trovato / e resto sconsolato. / La Sua presenza è indubbia ed io la sento / in ogni fiore e in ogni spiga al vento. / L’aria che io respiro e dà vigore / del Suo Amore è piena. / Nel vento dell’estate / la Sua voce intendo” [Il posto delle fragole di Ingmar Bergman]

Ascolta, Signore, la mia voce. / Io grido: abbi pietà di me! Rispondimi. / Di te ha detto il mio cuore: «Cercate il suo volto» / il tuo volto, Signore, io cerco. [Sal 26]

“Un giorno lo incontrerò [al Dio sconosciuto]. Non so dove, però lo incontrerò. Sentirò la sua voce e lo conoscerò. Lui si trova ovunque, però io lo conoscerò personalmente e Lui mi parlerà, non solo attraverso la luna, il sole, i fiori, le pietre, gli uccelli e il vento, l’alba e il tramonto lLo vedrò faccia a faccia]. Lo servirò e gli darò il mio cuore e la mia vita” [Caldwell, Médico de cuerpos y almas. S. Lucas].

«Preparate la via del Signore, / raddrizzate i suoi sentieri! / Ogni burrone sarà riempito, / ogni monte e ogni colle sarà abbassato; / le vie tortuose diverranno diritte / e quelle impervie, spianate. / Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!». [Isaia]

Innalzate nei cieli lo sguardo [Vitorchiano]
Innalzate nei cieli lo sguardo / la salvezza di Dio è vicina / Risvegliate nel cuore l’attesa / per accogliere il Re della gloria.
Sorgerà dalla casa di David / il Messia da tutti invocato / prenderà da una vergine il corpo / per potenza di Spirito Santo.
Vieni, o Re messaggero di pace / Reca al mondo il sorriso di Dio! / Nessun uomo ha mai visto il suo volto: / solo Tu puoi svelarci il mistero.
Ora visita noi nella fede, / per donarci la vita di Dio: / Tu ci offri il Tuo Corpo e il Tuo Sangue, / a salvezza del nostro peccato.
Noi crediamo che all’ultimo giorno / tornerai con potenza e splendore, / per premiare in eterno gli eletti / e punire col fuoco i cattivi.
Fa’ che allora guardiamo sereni / il Tuo volto raggiante di gloria, / per seguirTi lassù dove regni / con il Padre e lo Spirito Santo. Amen.

In principio era il Verbo, / e il Verbo era presso Dio / e il Verbo era Dio […] E il Verbo si fece carne / e venne ad abitare in mezzo a noi  […] Dio, nessuno lo ha mai visto: / il Figlio unigenito, che è Dio / ed è nel seno del Padre, è lui che [ce] lo ha rivelato. […] Veniva nel mondo la luce vera, / quella che illumina ogni uomo […] Venne fra i suoi, / e i suoi non lo hanno accolto. / A quanti però lo hanno accolto / ha dato potere di diventare figli di Dio. [Gv 1]

Il popolo che camminava nelle tenebre / vide una grande luce; / su coloro che abitavano in terra tenebrosa / una luce rifulse. [Isaia]

L’uomo da sempre ha intuito che dietro l’orizzonte della storia si nascondeva una presenza misteriosa e buona l’origine – il creatore – da cui dipende la nostra vita… da sempre mistici e filosofi hanno cercato la strada che ci porta a Lui per vedere il suo volto e scoprire il mistero della nostra origine e della nostra fine… questo sforzo è nobile però triste perché da solo l’uomo non riesce a unire la terra con il cielo… è troppo grande la distanza e troppo poche le sue forze… per questo Dio si è commosso ed è venuto in nostro aiuto.
Dio aveva parlato in molti modi nei tempi antichi – attraverso la bellezza della creazione, attraverso la voce della coscienza, attraverso i profeti – ma quando venne la pienezza del tempo Dio si fece uomo e venne ad abitare in mezzo a noi… Dio si è fatto uno di noi per parlare con l’uomo da uomo… Il Dio nascosto ha preso un volto umano per parlarci con la sua vita.
Il verbo si è fatto carne… ora per capire la parola di Dio devo guardare e seguire Gesù… infatti davanti al presepe Gesù bambino senza parlare dice a ciascuno di noi: Guardami! Ci somigliamo… siamo fratelli, figli dello stesso padre, figli dello stesso Dio… Sono di carne e ossa come te… Ho vissuto una vita come la tua… Ho portato una croce come la tua per mostrarti che la vita con le sue luci e ombre è un cammino verso un destino buono… Non avere paura! guardami e seguimi! Io sono il cammino, la verità e la vita… guardami e seguimi per diventare un uomo libero… guardami e seguimi per riscoprire che sei figlio di Dio” [don Michele Lugli]

“Che cosa ha portato Gesù veramente, se non ha portato la pace nel mondo, il benessere per tutti, un mondo migliore? Che cosa ha portato? La risposta è molto semplice: Dio. Ha portato Dio: ora noi conosciamo il suo volto. Ora conosciamo la strada che, come uomini, dobbiamo prendere in questo mondo. Gesù ha portato Dio e con Lui la verità sul nostro destino e sulla nostra origine; la fede, la speranza e l’amore. Solo la nostra durezza di cuore ci fa ritenere che sia così poco” [Benedetto XVI]

“Nulla è così commovente come il fatto che Dio si sia fatto uomo per accompagnare con discrezione, con tenerezza e potenza il cammino faticoso di ognuno alla ricerca del proprio volto umano” [Giussani]

“L’incontro con Cristo, il lasciarsi afferrare e guidare [da lui] dal suo amore allarga l’orizzonte dell’esistenza, le dona una speranza solida che non delude. La fede non è un rifugio per gente senza coraggio, ma la dilatazione della vita. La fede non è luce che dissipa tutte le nostre tenebre, ma lampada che guida nella notte i nostri passi, e questo basta per il cammino. All’uomo che soffre, Dio non dona un ragionamento che spieghi tutto, ma offre la sua risposta in una Presenza che lo accompagna” [Papa Francesco]

“Se io sono certo di questa Presenza che invade la vita, posso affrontare qualsiasi circostanza, qualsiasi ferita, qualsiasi obiezione, qualsiasi contraccolpo, qualsiasi attacco, perché tutto questo mi spalanca ad aspettare la modalità con cui il Mistero [Dio] si farà vivo per suggerirmi la risposta – per accompagnarmi a entrare perfino nel buio – secondo un disegno che non è il mio”. [Carron]

“Anche se Cristo nascesse mille e diecimila volte a Betlemme, a nulla ti gioverà se non nasce almeno una volta nel tuo cuore. Ma come potrà accadere questa nascita interiore? questo miracolo nuovo non è impossibile purché sia desiderato e aspettato”. [Papini]

One Reply to “Guardami!”

  1. Grazie infinite per questa bellissima Esperienza nel nostro quartiere. E’ stata come una scossa elettrica alla “routine natalizia” a cui partecipavo, seppur molto coinvolta, gli altri anni.
    Uscire fuori e coinvolgere anche chi, rimanendo in Parrocchia, non avremmo coinvolto, è stato veramente emozionante.
    Aver regalato anche solo un’ora di serenità a chi magari non ci conosce nemmeno come comunità è stato un Dono per noi, e un raggio di Luce che illumina il suo cammino.
    Grazie di cuore per tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.